Sansepolcro, Monterchi, Arezzo e Anghiari: da Piero della Francesca a Leonardo da Vinci

Il primo giorno consigliamo:


AREZZO
La parte più elevata della città conserva uno spiccato aspetto medievale, dominata dalla Cattedrale e dalla Fortezza Medicea. Al centro, Piazza Grande dispiega una vera antologia di stili architettonici: accanto alle torri medievali si ergono l’imponente Loggiato Vasariano e la Cappella Bacci (€ 2.00 pagamento in loco), che accoglie lo straordinario ciclo di affreschi della Leggenda della Vera Croce di Piero della Francesca. Uno speciale itinerario in città ripercorre i luoghi in cui Roberto Benigni ha girato il film “La vita è bella” con strade e piazze contrassegnate da targhe che richiamano le scene del film. Arezzo è anche la città del Saracino, un giuoco cavalleresco che affonda le sue radici nel Medioevo. Partiamo dal quartiere di Porta Crucifera per una visita alla sede storica del quartiere dove troviamo tutte le lance che il quartiere ha vinto dal 1931 ad oggi, i costumi e gli stendardi, guidati nella conoscenza della storia della Giostra del Saracino.
 
Dal secondo giorno:


CACCIA AL TESORO AD ANGHIARI

Visita guidata di Anghiari, uno dei borghi medievali più belli d’Italia,  luogo della famosa Battaglia di Anghiari (1440) dipinta da Leonardo da Vinci nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a  Firenze. Tra i vicoli del centro storico i ragazzi saranno i protagonisti di un’entusiasmante caccia al tesoro, alla scoperta del camminamento medievale, degli stemmi del Palazzo del Comune, delle piccole botteghe dislocate nelle viuzze. A completamento dell’itinerario visita al Museo delle Memorie e del Paesaggio, per capire il territorio circostante e la storia di Anghiari, Bastione di Toscana. Qui i ragazzi, attraverso visite guidate a tema, potranno conoscere e approfondire l’argomento sull’affresco di Leonardo “La Battaglia di Anghiari” o ripercorrere i luoghi della Battaglia.
Possibilità di approfondire la visita attraverso laboratori didattici.


 
IL TEVERE E IL VINCO
Attività naturalistica lungo il giovane fiume, all’interno dell’ANPIL golene del Tevere per scoprirne gli ecosistemi e le caratteristiche orografiche. A seguire incontro con una famiglia di artigiani che dà seguito alla secolare tradizione di lavorazione dei vimini raccogliendo i “vinchi” lungo il fiume e realizzando una produzione di oggetti quali cesti, sedie e mobili, destinati ad un mercato esteso ben oltre il paese di Anghiari. I ragazzi, partecipando ad un laboratorio, produrranno un cestino che potranno portare a casa a ricordo dell’esperienza.
In opzione transfer alle Balze di Verghereto e breve passeggiata alle sorgenti del Tevere.
 


SANSEPOLCRO CITTA’ D’AUTORE
Visita della città di Sansepolcro, paese natale di Piero della Francesca, il cui centro storico si caratterizza per una serie di pregevoli palazzi medievali e rinascimentali, per le sue Chiese e per l’eleganza e la raffinatezza degli elementi architettonici. Merita sicuramente una visita il Museo Civico che conserva alcuni degli affreschi più importanti di Piero della Francesca, tra i quali la Resurrezione, il Polittico della Misericordia e il San Giuliano. Seguirà una Caccia al Tesoro, un laboratorio grazie al quale gli studenti, dopo una visita al Museo, inizieranno un’affascinante caccia al tesoro per le strade di Sansepolcro. Quiz, indovinelli, tranelli, simboli misteriosi, calcoli, misurazioni saranno gli ingredienti di un’avventura che per gli studenti rimarrà indimenticabile. Sansepolcro è anche la città del Palio della Balestra ed è possibile visitare la sede della storica Società Balestrieri di cui Piero della Francesca era membro attivo, in quanto detentore di una delle 160 balestre comunali.
 


MONTERCHI E LA MADONNA DEL PARTO
Visita alla Madonna del Parto, l’opera sacra e profana più famosa di Piero, una Madonna incinta di grande fascino e forza per la quale il pittore si è ispirato alla madre. La visita può essere abbinata ad un laboratorio dell’affresco, per comprendere la tecnica di questa speciale pittura applicando i principi di Piero della Francesca.
Sempre a Monterchi, visita al Museo delle Bilance, dove è possibile ripercorrere oltre sei secoli di storia della bilancia in ogni sua tipologia, partendo dalle eleganti stadere e bilance a due bracci del XV secolo per arrivare a strumenti più moderni come le bilance da laboratorio e le bascule da mercato risalenti al secolo scorso.
 


ARCHIVIO DEI DIARI: UN VIAGGIO NELLA MEMORIA
Pieve Santo Stefano, famosa per essere diventata nel 1984 la Città del Diario, ospita all’interno del Municipio l’archivio dei Diari, che conserva brani di scrittura popolare. Fra taccuini delle trincee di guerra, lettere d’amore dei secoli passati, diari di giovani chiusi a chiave con il lucchetto, racconti di migranti, segreti affidati a pagine di quaderni, spicca il lenzuolo a due piazze che la contadina Clelia ha riempito di fitte righe con la storia della sua vita, composte con pazienza con un pennarello quando è morto l’amato Anteo. Una tappa importante per i ragazzi delle scuole medie per non dimenticare il passato.

Visita l’archivio all’indirizzo:  www.archiviodiari.it


 
LUNGO LE ROTTE DI SAN FRANCESCO ANDANDO PER CASTELLI
Facile e panoramica passeggiata nei dintorni di Anghiari, all’interno dei possedimenti dei conti Barbolani di Montauto che sono i protagonisti di una delle tappe di San Francesco in Valtiberina. Visiteremo il Castello di Montauto, la Villa La Barbolana e gli esterni del Castello di Galbino. Lungo la passeggiata, racconti, leggende e misteri dei tempi passati.
 

 


Sistemazione: Hotel o Agriturismo.
 
A titolo di esempio:
- Quote individuali a partire da n. 1 notte: paganti 1 € 53.00  (Quota Gratuità: 1 su 15)
 - Quota riferita a un gruppo di 30 studenti: n.2 notti: € 93.00 Quota Gratuità: 1 su 15
 
La quota comprende: la sistemazione in pensione completa con pranzo al cestino dalla cena del primo giorno al pranzo dell’ultimo, acqua compresa. Camere multiple per gli studenti e doppie per gli insegnanti. Visite guidate come da programma del solo primo giorno, assicurazione ed IVA.
La quota non comprende: ingressi ai monumenti e alle aree visitate, i trasporti, gli extra e quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”.
 


Compila il form sottostante per ricevere informazioni.


   Desidero ricevere informazioni tramite posta elettronica sulle novitÓ e sulle offerte della Valtiberina in Toscana
   Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/2003 e seguenti modifiche*